Aguarde...

BAMBINO PRIMA E DOPO IL PARTO - SENSI,

SENSAZIONI E SENSORIALITA DEL NASCITURO



Produto disponível até 15min após 
a confirmação do pagamento!

Sinopse

Fin dai suoi esordi, che risalgono agli anni settanta, la psicologia prenatale si è posta il problema, annunciato dallo stesso Freud in più occasioni, di andare oltre l’evento della nascita con i suoi traumi e implicazioni, per scoprire i misteri racchiusi nei nove mesi della gestazione, considerati per molto tempo come una sorta di condizione paradisiaca che consentiva al bambino di vivere in uno stato di beatitudine; beatitudine che avrebbe perso con la venuta al mondo e che avrebbe poi disperatamente ricercato.Si è osservato, invece, che il nascituro manifesta delle reazioni e dei comportamenti altamente individuali con tratti della personalità che continuano dopo la nascita; che esso stabilisce delle relazioni assai complesse con l’ambiente intra- ed extrauterino; che comunica con il fratello gemello, con la madre, con il padre e con altre persone e che è in grado di ascoltare, apprendere e memorizzare con grande sensibilità e competenza.Nei mesi della gestazione, il bambino vive immerso in un mondo di stimoli multiformi che orientano le tappe del suo sviluppo neurofisiologico, accanto ad un mondo variegato di emozioni che accompagnano le tappe affettive del suo sviluppo mentale.Quindi, se da una parte la struttura genetica del concepito con il suo progetto di vita garantisce il processo dell’ontogenesi, dall’altra la sua libera e non predeterminata interazione con l’ambiente nel quale è immerso può favorire o inibire lo sviluppo e la maturazione a seconda delle condizioni in cui vive. Ed è proprio passeggiando tra affascinanti pagine di libri sulla vita prenatale, sulla regressione della memoria, che si è potuto constatare l’importanza dei nove mesi, sicuramente il periodo più importante della vita di ogni essere umano.In questo periodo il concepito forma il suo corpo, costruisce i suoi primi rapporti, inizia le prime comunicazioni e vive le sue prime esperienze; esperienze che gli consentono di muovere i primi passi nella vita.In una prima parte si pone, quindi, l’attenzione sul concepimento, sulle prime fasi dello sviluppo e sulla sensorialità fetale, sulla ricerca clinica per arrivare poi a riportare alcuni esempi di ricordi della nascita (attraverso la regressione della memoria) ed infine sul bambino ed il genitore. Bisogna amare il proprio figlio e dimostrarglielo. Durante la sua crescita, la disponibilità all’ascolto e l’osservazione effettuata con serenità e pazienza consente al genitore di entrare nel mondo interiore del figlio e conoscere le sue necessità, per capire di cosa ha veramente bisogno in quel momento. Ciò diventa facile se il genitore riesce a svuotarsi del proprio senso di pienezza e di superiorità e a considerare il figlio una persona, un essere umano al suo pari, con il quale condividere l’esistenza.Riconoscere che solo lui e lui solo è il protagonista della sua vita e che noi possiamo solo accompagnarlo, se lui vuole, in questo cammino fino a quando non riesce a prendere il volo con le sue ali.

Detalhes do Produto

    • Ano de Edição: 2015
    • Ano:  2016
    • País de Produção: Brazil
    • Código de Barras:  2001047521389
    • ISBN:  9786050352276

Avaliação dos Consumidores

ROLAR PARA O TOPO