Aguarde...
 

SULLA LIBERTA



Produto disponível em até 15min no aplicativo Kobo, após a confirmação  do pagamento!

Sinopse

La domanda: Come nasce questo saggio sulla Libertà?  La dichiarazione di Maia all’inizio del dialogo con le discepole è l’elemento trainante. “Un uomo dice ad una donna: tu sei libera, io no”. Ebbene questa frase è stata detta a me dall’uomo che amavo infinitamente. Ma lui no. Non mi amava con la stessa forza. Tuttavia la parola “libera” restò al centro della mia mente scatenando la richiesta eternamente umana su cosa è la Libertà? Esiste la Libertà? Si vive inseguendola e sembra che solo la morte ce la consegni. Definitivo? Non so. Ma certamente so che la parola, il senso, il concetto mi hanno spinta a “cercare” e a ricercare. Da sempre combattevo contro i limiti che mi venivano imposti dalla famiglia, dalla società, dalla morale, dalla religione in cui ero iscritta. E mi trovavo sempre obbligata a retrocedere. Combattevo anche e soprattutto contro “i miei limiti” che chiaramente non accettavo e soprattutto non ammettevo. I miei interessi “culturali” si diressero allora verso alcuni Grandi e alla loro visione di Libertà. Avevo letto molti dei libri di Henri Laborit (biologo francese di fama mondiale) soprattutto quelli in cui estende le leggi della biologia alle scienze sociali. Il mio saggio riporta molte delle affermazioni di Laborit che sono state fondamentali per strutturare la mia teoria. Soprattutto l’“Elogio della fuga” che rappresenta, con la sua chiarezza espositiva e la coerenza concettuale, un punto di partenza e di arrivo per parlare di libertà. Ma anche Schopenhauer e Camus mi hanno “detto” molto... Cristina Mostacci nata il giorno di San Valentino del 1939. Vecchissima, dunque. Conosce due lingue (francese e inglese). Si è laureata a Pisa in Scienze Biologiche e, all’Università di Palermo, è stata membro del gruppo di ricerca in Didattica delle Matematiche. È stata prima docente alla scuola media, poi dirigente scolastico all’Istituto Comprensivo delle isole Egadi. È iscritta alla Facoltà di Filosofia a Palermo. Risiede da 12 anni nell’isola di Favignana, terra di origine paterna. In pensione dal 2006, si è dedicata a tempo pieno all’attività della scrittura, che da sempre coltiva in solitudine. Ha pubblicato il suo primo libro di narrativa: “Le Bastarde” (Armando Siciliano editore) ed un’ampia raccolta di poesie (Edizioni Pagine). Sta scrivendo un secondo romanzo.

Detalhes do Produto

    • Ano de Edição: 2018
    • Ano:  2018
    • País de Produção: Canada
    • Código de Barras:  2001121291733
    • ISBN:  9788859147190

Avaliação dos Consumidores

ROLAR PARA O TOPO