Aguarde...
 

GAUDENZIO FERRARI E GEROLAMO GIOVENONE

UN AVVIO E UN PERSORSO


Produto Indisponível

Veja mais títulos de Pintura

Sinopse

Nella prima parte lo specialista Edoardo Villata studia le fonti della vicenda formativa di Gaudenzio Ferrari. Tra citazioni di Vasari, Lomazzo, Lanzi, di storici minori del Seicento e del Settecento e della critica moderna fino ai giorni nostri, emerge un apprendistato ora umbro-romano sotto la guida di Perugino e Raffaello, ora lombardo, con influenze leonardesche, alla scuola di Stefano Scotto e Bernardino Luini, ora saldamente piemontese in virtù del legame con Gerolamo Giovenone. Dal confronto tra le pagine di storia e le opere di Gaudenzio, accostate a quelle del Maestro di Villa Pecco, di Andrea de Passeris, Bernardino Luini, Gottardo Scotto, in un gioco incrociato di iconografie, di gesti e posture delle figure, emerge l’arte del giovane Gaudenzio espressa nelle opere conservate alla Pinacoteca di Varallo Sesia, nel ciclo del Sacro Monte di Varallo e in cappelle e chiese tra il Piemonte e la Lombardia. Nella seconda parte Simone Baiocco evidenzia il ruolo dell’artista vercellese Gerolamo Giovenone nell’ambito della pittura rinascimentale piemontese - esponente più significativo di una famiglia di artisti attivi tra la fine del XV e l’inizio del XVII secolo. Una ricostruzione storica che si svolge soprattutto analizzando il modo di recepire le novità di un caposcuola come Gaudenzio Ferrari e lo studio del contesto artistico vercellese, in un periodo in cui erano attivi numerosi pittori provenienti da altre zone del Piemonte e dalla Lombardia.

Detalhes do Produto

    • Edição:  1
    • Ano:  2004
    • País de Produção: Italy
    • Código de Barras:  9788842212294
    • ISBN:  8842212296
    • Encadernação:  CAPA DURA
    • Altura: 30.50 cm
    • Largura: 21.00 cm
    • Complemento:  NENHUM
    • Nº de Páginas:  272

Avaliação dos Consumidores

ROLAR PARA O TOPO